ALTERAZIONI DEL SONNO, QUANDO LA CAUSA E’ “DIGITALE”

 

Le alterazioni del sonno sono uno dei problemi più comuni e diffusi dei nostri tempi, fonte di disagio per gli adulti e, sempre più spesso, ragazzi e bambini. La difficoltà a dormire è spesso associata a fattori alimentari, come cene troppo abbondanti o abuso di caffè; a situazioni di stress, ansia, preoccupazioni, problemi personali o professionali, sovraccarico di responsabilità, cambiamenti esistenziali o ritmi di vita iperattivi.

 

C’è poi un tipo di alterazione del sonno che da qualche anno pare diventato particolarmente frequente, ed è legato all’eccessivo utilizzo di smartphone, tablet, pc e videogiochi nelle ore serali. L’abitudine di passare tanto tempo davanti a schermi luminosi prima di andare a dormire ha infatti un’influenza negativa sui nostri ritmi sonno-veglia. La luce blu del display dei dispositivi elettronici (in particolare di tablet e cellulari, utilizzati a distanza ravvicinata) riduce notevolmente nell’organismo la produzione di melatonina, un ormone che regola la durata e la qualità del sonno. In pratica, alterando l’orologio biologico, le luci artificiali “fanno credere” al nostro cervello che sia ancora giorno anche quando è notte, con effetti negativi sui tempi di addormentamento, sulle ore di sonno e sul conseguente rischio di stanchezza e sonnolenza diurna.

 

Quali strategie possiamo utilizzare per ridurre il disagio della cosiddetta “insonnia digitale”? Diminuire la luminosità degli schermi e tenerli a una certa distanza dagli occhi è sicuramente molto utile, ma un aiuto altrettanto valido ci viene offerto da ELECTRO, una composizione di fiori australiani appositamente studiata per ridurre la sensibilità alle radiazioni emesse da campi elettromagnetici di ogni tipo.

 

All’interno di questa miscela, uno dei rimedi più efficaci è costituito da Mulla Mulla, che previene l’assorbimento e l’accumulo di radiazioni nocive nel nostro organismo e ne favorisce l’eliminazione, in particolare se l’uso di cellulari, computer e dispositivi elettronici è stato eccessivo. Bush Fuchsia aiuta invece a diminuire la sensazione di affaticamento mentale e intontimento, molto frequenti a fine giornata dopo un’esposizione prolungata alle apparecchiature elettroniche. L’essenza permette di sentirsi in armonia con i normali ritmi della natura e favorisce il recupero di memoria e concentrazione diurne. La sua azione riequilibrante è rafforzata da Paw Paw, che attenua la confusione mentale causata da un eccesso di stimoli, anche luminosi, e dona un senso di calma, armonia e benessere generale.

 

Un ottimo effetto rilassante è svolto da Crowea, che permette di lasciarsi andare al sonno grazie alle proprietà distensive e rasserenanti sul corpo e sulla mente. Fringed Violet aiuta invece a proteggere e schermare l’organismo dai danni delle onde elettromagnetiche, mentre Waratah è di grande giovamento per superare qualunque momento difficile o problematico della giornata.

 

Se oltre all’effetto negativo delle radiazioni luminose ed elettromagnetiche l’insonnia è provocata da situazioni di stress, stanchezza, ritmi troppo intensi e conseguente irrequietezza e agitazione nervosa, sarà di immediato beneficio l’assunzione di STRESS STOP, tramite 7 gocce (oppure 2 spruzzi nella versione spray) mattina e sera, o anche più spesso in caso di forte tensione. Questo mix trasmette una piacevole sensazione di calma e si dimostra l’aiuto ideale per chi è agitato, nervoso, sotto pressione e incapace di rilassarsi al momento di andare a dormire. Per rafforzare l’azione rilassante del composto e favorire un bel sonno ristoratore, è infine consigliabile un massaggio serale con la crema STRESS STOP.